venerdì 18 aprile 2014

SOGNO O SON DESTO ???



Quanto accaduto in merito,  ha bisogno di una piccola ma puntuale ricostruzione affinchè i cittadini possano avere un quadro completo dei fatti.

Nella giornata di martedi mi sono recato presso il responsabile dell'area economica finanziaria per attingere notizie e documentazione inerenti ai lavori che venivano eseguiti in tre zone della città  per la installazione di pannelli pubblicitari di "grandi dimensioni"(Piazzale Stazione, zona Villa Cento Pini, e incrocio via E. Romagna con via Francavilla).

Alla mia domanda chi fosse la ditta che stava eseguendo i lavori, il responsabile mi comunicava che non erano stati da parte sua autorizzati alcun tipo di lavori, anzi con nota del venerdi precedente, lo stesso , aveva richiesto al responsabile dell'aerea urbanistica e al comandante della polizia municpiale il parere urbanistico e il parere di viabilità.

Dietro la mia insistenza mi confermava che lui non aveva autorizzato alcun inizio lavori ma aveva solo provveduto ad aggiudicare la realizzazione e la posa in opera  dei manufatti ad una ditta locale.

Pur in presenza di tale affermazione i lavori sono continuati senza alcun problema, nella giornata di giovedi io e il collega Tommaso Argentiero ci siamo recati presso il Comando  della Polizia Locale per chiedere se l'ufficio fosse a conoscenza  dei lavori in esecuzione  nei siti di cui innanzi e chi fosse la ditta esecutrice. 

Tra l'altro abbiamo chiesto  di sapere se fosse mai stato rilasciato il parere relativo al viabilità e al rispetto del codice della strada.

Ci è stato detto che nessun parere  e/o autorizzazione l'ufficio aveva fino a quel momento rilasciato, a quel punto abbiamo chiesto che l'ufficio accertasse quello che stava accadendo per verificare chi era la ditta che stava eseguendo i lavori e con quali autorizzazioni stesse operando.

Questa mattina nonostante qualcosa non quadrava,come se nulla fosse i lavori sono continuati senza sosta, anche sotto la pioggia!!!

Nel dubbio abbiamo chiesto al responsabile dell'area urbanistica se fosse stata rilasciata ad oggi  la relativa autorizzazione urbanistica ma anche in questo caso la risposta è stata NO.

E allora come è possibile che a Ceglie l'Amministrazione Comunale continua ad agire e ad operare in barba  ad ogni norma e in violazione delle leggi materia urbanistica fregandosene anche di segnalazioni e sollecitazioni dei consiglieri comunali e di cittadini ???

In definitiva, ad oggi a quanto ci è dato sapere, non c'è alcun parere e/o autorizzazione urbanistica, non c'è alcuna autorizzazione paesaggistica (considerato che l'area ha un vincolo paesaggistico), non c'è alcun parere di conformità al codice della strada( siamo in presenza di un incrocio e di una curva).

E ancora più grave è stato il comportamento della ditta incaricata all' esecuzione ( a quale titolo non lo sappiamo) dei lavori che ha pensato bene di creare una situazione di grave disagio  ( e sono buono visto il periodo) all'amico Mimmo Barletta titolare del Blog Ahi Ceglie  che come molte altre volte è accaduto stava semplicemente documentando dei lavori e delle circostanze.

Cosi proprio non va, a nessuno, dico a nessuno, è permesso, operare in questo modo, chi svolge attività per conto del Comune deve essere il primo a rispettare le leggi, e a poco serve sentirsi spalleggiati dal Sindaco, dall' Assessore o da qualche Consigliere Comunale di maggioranz, nche perchè il tempo stà per scadere!!!

Calma, amministratori e ditte esecutrici dei vari lavori, STATE SERENI!!! 

Stiamo semplicemente chiedendo  il rispetto delle leggi e delle norme, se tutto è in regola a poco serve agitarsi e magari consigliare a qualche cittadino di farsi i fatti propri.

Speriamo che tutto sia chiaro............ed elementare  !!




lunedì 14 aprile 2014

IN UN MARE DI CHIACCHIERE ..IL PD PORTA I FATTI !!!!

MENTRE IL "VECCHIO CENTRODESTRA" DI FORZA ITALIA E IL "NUOVO CENTRODESTRA" DELL' NCD  SONO IMPEGNATI IN UNA GARA ALL'ULTIMA FOTO E ALL'ULTIMO INCARICO,, ................IL PD PREFERISCE CONFRONTARSI CON LA GENTE PER TENTARE DI USCIRE DALLA CRISI  CON PROPOSTE E FATTI CONCRETI CHE POSSONO AIUTARE I GIOVANI E LE IMPRESE.
Mercoledi prossimo vi aspettiamo, non sprechiamo una possibilità di confronto per tentare di risalire la china, il PD cegliese è in campo con tutte le  sue energie, le esperienze e le competenze.

lunedì 7 aprile 2014

SENZA ...BICICLETTA!!!!


L’inaugurazione della ciclovia dell’Acquedotto: come al solito Caroli assente!
Sabato 5 aprile è stata inaugurata ufficialmente la ciclovia realizzata dalla Regione Puglia sul tracciato dell’Acquedotto pugliese, che interessa il territorio del Comune di Ceglie. Si tratta, in realtà, di un primo tratto di un’opera ben più ambiziosa, che dovrebbe prevedere una ciclovia di oltre 200 chilometri in territorio pugliese.
È un’opera davvero molto importante, che sarà apprezzata dai cittadini che sempre più numerosi scelgono la bicicletta per tenersi in forma o semplicemente per godere delle bellezze naturali del nostro incantevole territorio.
È un’opera importante anche ai fini turistici. Sono sempre di più i turisti che scelgono le loro destinazioni sulla base della presenza di percorsi ciclabili e in Europa vi sono lunghe ciclovie che attirano appassionati che amano questo tipo di vacanza. E non si pensi a poche decine di persone. Si tratta di migliaia e migliaia di appassionati che ogni anno generano un gigantesco giro d’affari in tutta Europa: il Parlamento europeo stima che nel 2012 sia stato di circa 44 miliardi di euro!
La realizzazione di tale opera dimostra una volta di più la lungimiranza e la capacità programmatoria del centrosinistra alla guida della Puglia, che ha saputo accreditare la nostra Regione come una delle mete preferite dai turisti italiani e stranieri. L’Amministrazione regionale pugliese ha compreso che bisogna diversificare le offerte turistiche per poter intercettare le esigenze più varie.
All’inaugurazione erano presenti i rappresentanti di alcuni Comuni interessati: Ostuni, Ciste
rnino, Martina Franca…tutti Comuni che hanno fatto del turismo un volano essenziale di sviluppo economico.
Mancava il sindaco Caroli e la sua Giunta!!
E dire che quando nel 2010 Caroli annunciò in pompa magna la nomina di Cesare Fiorio ad assessore comunale, questi affermò solennemente che  “Una delle prime cose che intendo fare come assessore è realizzare una grande pista ciclabile che comprenda i territori di più Comuni: Ceglie, Ostuni, Cisternino, Martina Franca, Francavilla Fontana. C’è grande richiesta di percorsi di questo tipo, porterebbe in Puglia un grosso movimento turistico ecosostenibile”.
Ma oramai è abbastanza chiaro: a Caroli e ai suoi assessori il turismo non interessa!!
                                             Piermassimo Chirulli Segretario Circolo PD Ceglie M.ca

sabato 5 aprile 2014

ALTRA SCIVOLATA.................


 

Il collega Tommaso Argentiero ancora una volta gliele suona e gliele canta leggete il suo comunicato


In riferimento agli atti amministrativi, determinati dal Comune di Ceglie, per l’inaugurazione della Scuola Internazionale di Cucina Mediterranea, evidenziati gli errori e di conseguenza l’ impossibilità di onorare gli impegni assunti nei confronti delle ditte, associazioni, fornitori ecc, che prestarono la propria opera per la realizzazione dell’evento, si chiedeva all’Amministrazione Comunale, con specifica nota del 07.02.2014, di revocare la determina n.109 del 26.02,2013.

Con la richiesta di revoca si evidenziava che l’atto amministrativo erano privo degli elementi fondamentali per renderlo efficace.

In particolare risultava chiara la mancata individuazione dei soggetti creditori e gli impegni di spesa non trovavano corrispondenza sul Bilancio 2013 e su quello in corso di formazione.

Il Collegio dei Revisori, coinvolto sulla questione, con il  verbale della seduta del 18 marzo, dopo aver chiesto chiarimenti al Responsabile dell’Area Finanziaria, rilevava  che gli impegni di spesa assunti con la Determina n. 109 non rispondevano alla procedura prevista da TUEL in materia di formazione degli impegni di spesa. Inoltre, sottolineavano il non rispetto degli art. 183 “Impegno di spesa” e 191 “Regole per l’assunzione di impegni e per l’effettuazione di spese”.

In definitiva il Collegio dei Revisori del Comune di Ceglie con il proprio parere attestava, in maniera chiara, l’inefficacia della Determina n. 109 “Inaugurazione sede Med Cooking Scool” e  invitava il Responsabile dell’Area e il Segretario Generale ad adottare tutti gli opportuni e necessari atti per ripristinare le ordinarie procedure di formazione degli impegni di spesa.

Il Collegio dei Revisori, facendo leva sulle proprie competenze, suggeriva, come soluzione possibile, il riconoscimento di quelle spese come “Debiti Fuori Bilancio”, invitando ad attivare tutte le procedure tecniche e amministrative necessarie.

Risulta evidente che, anche per il Collegio dei Revisori, la Determina 109 del 26.02,204 è viziata nell’impegno di spesa e pertanto inefficace.

Per la soluzione evidenziata dal Collegio dei Revisori “Debiti Fuori Bilancio” resta la necessità di trovare  una consistente  ed efficace motivazione all’atto del riconoscimento.

Bisogna dimostrare e non è facile, che le violazioni emerse hanno comunque determinato “utilità e arricchimento per l’ente nell’ambito dell’espletamento di pubbliche funzioni e servizi di competenza”.

In caso contrario la legge attribuisce responsabilità personali verso chi ha determinato l’atto amministrativo in violazione alle norme.

Ancora una volta  tocchiamo con mano l’evidente approssimazione dell’azione amministrativa della maggioranza di destra che continua a sostenere il  Sindaco Caroli.

Ancora una volta risulta evidente che con  questo modo di governo della città non si può andare avanti.

Non è giusto che a pagare siano sempre  i cittadini o coloro che prestano un servizio per l’ente e che  per errori o superficialità amministrativa diventa complicato riconosce le loro giuste spettanze.

Risultano evidenti le responsabilità e l’inadeguatezza  del delegato del Sindaco alle attività turistiche Angelo Palmisano; proponente dell’atto amministrativo che ha generato questa situazione di caos tecnico amministrativo.

Il Sindaco Caroli  farebbe bene  a trarre le giuste e opportune conclusioni.

Ceglie Messapica 05.04.2014                  


                                                            Tommaso Argentiero
                                       Consigliere Comunale Ceglie Messapica “ Noi con Federico”                               





   

venerdì 4 aprile 2014

UN DISASTRO DA 350 MILA EURO !!!!

Il PD, unitamente alle altre forze del centrosinistra, chiede le dimissioni dell'assessore Palmisano.
                                             

I dati sulle presenze e gli arrivi certificano la fallimentare politica di Caroli e Palmisano nel settore turistico
Purtroppo quello che temevamo è accaduto: il 2013 ha rappresentato per Ceglie Messapica la “Caporetto del Turismo”.

I dati ufficiali sulla presenza turistica 2013 diffusi in queste ore dalla Regione Puglia attraverso ”l’osservatorio sul turismo”, segnano per la nostra città un catastrofico – 36% di arrivi e - 27% di presenze turistiche rispetto al 2012, nonostante il trend positivo della nostra Puglia, e degli altri Comuni della provincia di Brindisi.

Le chiacchiere di Caroli e dell’assessore Palmisano, che avrebbe dovuto occuparsi di turismo, sono smentite dalla freddezza dei numeri!!

Le forze politiche di centrosinistra da tempo denunciano la gestione fallimentare dell’Amministrazione comunale nel settore turistico e i dati sono arrivati a certificare con la loro crudezza tale fallimento.

Avremmo preferito essere smentiti dai dati, perché ciò significa la perdita di ingenti risorse per la nostra Città!

È stata calcolata una perdita secca per la nostra Comunità di circa un milione di Euro!!

Ci perdono non solo gli operatori specifici dell’ospitalità, ma anche molti altri operatori del commercio e dei servizi (pensiamo ai ristoratori, alle botteghe artigiane, ai giornalai, ai tabaccai, agli esercizi che vendono prodotti alimentari, etc.), che potrebbero avere come clienti i turisti, se questi venissero a Ceglie: lo sanno tutti che quando si è in vacanza in un luogo, si spende!

L’attuale Amministrazione Comunale, anche per quanto riguarda il turismo, ha dimostrando di saper solo vivere alla giornata, priva di una seria programmazione in grado di mantenere e migliorare i risultati ottenuti nel corso degli anni precedenti.

La cosa sconcertante è che mai, come in questi anni, il Comune di Ceglie ha speso tanto denaro facendoci credere che fossero per il “marketing del territorio”: visti i risultati, soldi pubblici sprecati, che peraltro ricadono sulle tasche dei cittadini cegliesi.

La Giunta Caroli ha puntato esclusivamente alla facile strada di attirare un po’ di persone a Ceglie in alcune serate estive, spendendo tanti soldi per offrire gratis qualche concerto.

Nulla è rimasto sul territorio, e lo sanno bene gli operatori del settore.

Oltretutto i concerti in pieno Agosto non rispondono all’esigenza di destagionalizzazione, richiesta da sempre avanzata dagli operatori: in estate la gente a Ceglie c’è già.

È necessario capacità e lungimiranza per attivare un circuito virtuoso e attirare i turisti sia in estate che in altri periodi dell’anno.

Le presenze estive ed occasionali dei concerti non si sono trasformate, in alcun modo, in aumento, anche di un solo decimale, della presenza turistica vera.

La pessima gestione turistica dell’Amministrazione di destra del Sindaco Caroli rischia di vanificare lo sforzo e i sacrifici degli operatori dell’ospitalità che in questi anni, sotto l’effetto positivo del rilancio turistico della Puglia, hanno aumentato il numero dei posti letto qualificando l’offerta turistica.

Rischia di annullare i risultati positivi ottenuti in questi anni da tutti gli operatori del settore turistico, della ristorazione e dalle associazioni del territorio.

A ciò si aggiunga anche la questione sicurezza nelle campagne, che riguarda tutti i cittadini, ma anche il turismo.

Molti turisti, infatti, hanno acquistato o affittato case. È di pochi giorni fa l’ennesimo episodio di violenza.
 E il Sindaco Caroli continua a non fare nulla anche su questo fronte!

Il centrosinistra ha già dimostrato di puntare per davvero al turismo!

Con la precedente Amministrazione di centrosinistra, guidata dal Sindaco Federico, fu avviata un’azione turistica di recupero e valorizzazioni delle proprie peculiarità territoriali. Ceglie in quel modo si inserì, da protagonista, in un rapporto di rete e collaborazione attiva con Enti turistici ed altri Comuni.

Nulla di tutto ciò è stato fatto dall’attuale Amministrazione.

Alcune iniziative enogastronomiche, che negli anni precedenti avevano qualificato ed evidenziato le peculiarità del nostro territorio, si sono trasformate in fiere “qualunque”.

In passato la partecipazione del Comune di Ceglie, con costi molto limitati, alle fiere specifiche del settore turistico, d’intesa con altri Comuni, rappresentava una vetrina fondamentale per dare nuova linfa al settore.

La collaborazione territoriale con città come, Brindisi, Ostuni, Fasano, Cisternino, l’inserimento a pieno titolo nel circuito Valle d’Itria, rappresentava il vero brand turistico del territorio.

Anche la “La Scuola Internazionale di Gastronomia Mediterranea di Ceglie Messapica”, voluta dal centrosinistra, gestita dalla Giunta Caroli rischia di non ottenere i risultati per cui era nata.

Per il bene di Ceglie, chiediamo le dimissioni dell’assessore Palmisano!

Il turismo è determinante per lo sviluppo della nostra Città!!

Piermassimo Chirulli - segretario Partito Democratico Romina Albano -segretaria Sinistra Ecologia Libertà
Tommaso Argentiero - consigliere comunale lista “Noi con Federico”
Rocco Argentiero - consigliere comunale PD Donato Gianfreda - consigliere comunale PD
Nicola Trinchera - consigliere comunale Sinistra Ecologia Libertà

venerdì 28 marzo 2014

IL CASTELLO "FATATO"

 
Tommaso Argentiero ci fa sapere:

In riferimento alla mia segnalazione alla soprintendenza per i beni architettonici in merito alle condizioni statiche della torre del castello ducale di ceglie messapica, l'ente del ministero dei beni culturali ha chiesto al sindaco quali iniziative intende attuare, o abbia già attuato (sic!) , per verificare le condizioni statiche dell'immobile a garantirne la conservazione.

II ministero chiedeva urgente riscontro con una nota del19/02/2014, ma  solo oggi, casualmente, sono venuto a conoscenza della nota anche se la stessa era a me indirizzata per conoscenza

Alla faccia dell'efficienza e trasparenza del sindaco caroli e del suo braccio destro super mm che oramai ha perso la bussola.

Intanto la data della prossima Asta si avvincina e in via de nicola ancora è buio pesto.....nonostante la nuova pubblica illuminazione.

giovedì 27 marzo 2014

LOTTIZZAZIONE ABUSIVA .................



Abuso d'ufficio, falso pubblico e lottizzazione abusiva sono i capi d'imputazione che pendono sulla testa di circa 200 cittadini, in prevalenza francavillesi.

Si tratta di  tecnici, responsabili dell'ufficio tecnico comunale e proprietari dei terreni  agricoli su cui erano state edificate qualche  centinaio di abitazioni.

L'indagine condotta dalla Procura della Repubblica di Brindisi ha smascherato una pratica diffusa e consolidata che negli  anni  ha deturpato il territorio rurale del Comune di Francavilla Fontana.

La Magistratura sicuramente chiarirà l'intera vicenda, oggi siamo in presenza di un fenomeno che deve preoccupare  e deve far riflettere chi da sempre crede  nella legalità e nella trasparenza amministrativa.

Il "sistema"  messo in piedi doveva essere abbastanza collaudato e conosciuto, se anche tecnici non francavllesi avevano capito come funzionava e come dovevano essere presentati i progetti in questione.

In tutto questo non poteva mancare il cegliese, infatti nella indagine in corso è coinvolto un geometra cegliese, quel geometra  che in patria ha sempre fatto le pulci al "primo che passava" !!!

Si proprio lui.....il geometra, quello  che dice di essere di sinistra, magari del PD,  ma poi vota e sostiene  convitamente il PDL e i suoi uomini.

Il geometra che voleva  sempre (solo) apparire come esempio  della trasparenza e della legalità !!!

Il geometra che troppe  volte ha voluto chiedere conto dell'operato della associazione antiracket !!! 

Il geometra che spesso e volentieri ha puntato  il dito contro tanti ed in particolare  contro chi  gli veniva segnalato dal "suo politico di riferimento " !!

Il geometra che aveva la pretesa di mettere sotto accusa i vari tecnici, dipendenti e dirigenti dell'Ufficio Tecnico del Comune di Ceglie M.ca per il loro modus operandi !!!

Il geometra che voleva "dar da bere" agli assetati del pettegolezzo, con  fatti e circostanze private non solo dei diretti interessati ma anche dei loro familiari.

Oggi, quel  geometra risulta essere indagato, la  stampa locale ci ha fornito i particolari dell'indagine in corso,  naturalmente spetterà alla  magistratura fare luce sull'intera vicenda ed emettere la sentenza definitiva.

Sarebbe troppo facile utilizzare da parte mia lo stesso metodo da macchina del fango emettendo gia un condanna defiinitiva in pubblica piazza, ma il nostro modo di agire è ben diverso: aspettiamo e lasciamo che la magistratura faccia il suo corso................