mercoledì 4 marzo 2015

ACCADE AL TERZO PIANO........


A S. E. il Prefetto di Brindisi

Piazza S. Teresa 72100 Brindisi

Informativa
Oggetto : Mancata rotazione nelle nomine dei Presidenti per gare di appalti e concorsi- Comune di Ceglie M

La normativa impone che la nomina del Presidente e dei componenti di una commissione di gara o di concorso deve avvenire dopo la scadenza della presentazione delle domande o delle offerte.

Questo per garantire che la composizione della Commissione non possa condizionare la partecipazione o meno di ditte agli appalti e concorrenti a un concorso; dando a tutti le stesse possibilità.

Al Comune di Ceglie Messapica questa “precauzione” amministrativa non ha alcun senso, considerato che in partenza si sa chi sarà il Presidente del concorso o dell’appalto. Infatti la totalità delle commissioni di gara e concorsi viene presieduta dall’ing. Michele Maurantonio che è, forse caso unico in Italia, Responsabile di tre Aree .

L’ing. Michele Maurantonio è il factotum dell’Amministrazione Comunale di Ceglie Messapica.

Questa situazione potrebbe non essere conforme ai principi generali di trasparenza, libera concorrenza e parità di trattamento in merito alle gare di appalto e ai concorsi di selezione del personale.

Giovedì 5 marzo al Comune di Ceglie Messapica c’è una selezione di volontari per un programma di Servizio Civile- Garanzia Giovani- finanziato dalla Regione Puglia.

Anche in questo caso il Presidente della Commissione è l’ing. Michele Maurantonio.

Alla luce di quanto evidenziato si chiede un suo autorevole intervento per indurre l’Amministrazione Comunale a porre rimedio a questa situazione che potrebbe determinare diverse perplessità ,anche immotivate, ma che un ente pubblico deve comunque dissipare.

Ceglie Messapica 03.03.2015 Con osservanza

                                                                                             Tommaso Argentiero

                                                    Consigliere Comunale di Ceglie Messapica “Noi con Federico”


Ma oltre a questo trova anche il tempo per negare ai consiglieri comunali copie degli atti amministrativi che "produce".

Sono mesi che aspetto risposte e documenti,  pensa di poter disporre di tutto di più, oggi ho inoltrato l'ennesima richiesta, ha deciso di giocare  a braccio di ferro.

Ma siccome  i cegliesi non sono tutti fessi, come qualcuno può pensare,  ho deciso di giocare anche io, almeno sino a maggio prossimo....poi si vedrà.






sabato 28 febbraio 2015

LE BUGIE HANNO LE GAMBE CORTE



Alcuni giorni fa il Sindaco in un comizio-conferenza stampa nel tentativo di smentire una serie di contestazioni e rilievi sulla corretta gestione amministrativa ebbe a dire che i revisori dei conti erano inadempienti e annunciò di averli "DENUNCIATI" per gravi inadempienze ed in particolare per il mancato invio  del questionario SIQUEL.

In quell'occasione il Sindaco è stato frettoloso ed è stato costretto a dire una grande bugia, forse consigliato male da chi gli sta accanto.

Ma si sa alla fine la verità viene sempre a galla, se poi ci si mette l'amico Tommaso Argentiero il  risultato è garantito .

Come suo solito, ha regolarmente fatto richiesta del  verbale del Collegio dei Revisori dei Conti  e leggendo lo stesso abbiamo scoperto alcune cose interessanti:

1) Nonostante la scadenza per la presentazione del questionario SIQUEL era fissata per il 14 Novembre  il Collegio ha potuto ottenere dati e notizie relativi al rendiconto 2013 solo il 27 Gennaio 2015.
2) Il Responsabile dell' Area Economica non ha fornito al Collegio il faldone con tutto il carteggio del Bilancio 2013 in quanto era andato SMARRITO.
3) Il Collegio non ha potuto inviare copia relativa al patto di stabilità in quanto impossibilitato a consultare la relativa documentazione
4) Il Collegio ha dovuto inviare il questionario incompleto in quanto non ha potuto materialmente avere a dispozione tutti gli atti e i documenti occorrenti per la elaborazione dello stesso.

Siamo di fronte a fatti gravissimi che gridano vendetta e che nulla dovrebbero avere a che fare con la buona amministrazione di un comune.

venerdì 27 febbraio 2015

CONDANNATI ......A PAGARE !!!

L'isola ecologica realizzata abusivamente dalla Giunta Caroli continua a pesare sulle casse comunali, quindi su tutti i cittadini cegliesi.

Come molti ricorderanno qualche mese la magistratura ha dichiarato abusivo il centro raccolta materiali realizzato dalla giunta Caroli su un' area verde della zona artigianale.

Tra le altre cose il giudice ha confiscato definitivamente  il centro raccolta decretando  il non utilizzo di quell'area.

A distanza di oltre 2 anni dal primo sequestro, la Giunta Caroli, cosi veloce nel commettere gli "abusi edilizi", oggi non è riuscita a trovare un' area idonea per far realizzare REGOLARMENTE  nel rispetto delle leggi un Centro Raccolta Materiali  LEGALE.

Intanto, dopo il processo che ha visto il Comune "perdente", gli avvocati individuati da Caroli, per difendersi di fronte al Giudice hanno battuto cassa e almeno uno ha presentato la fattura .

E sin qui nulla di strano, apparentemente sembra tutto regolare, a mio avviso  qualcosa non quadra:
a) Il 24 Febbraio con determina n. 93 il Responsabile dell' Area Economica ha impegnato ben 18.500 euro per pagare le parcelle dei 2 avvocati incaricati dal Comune.
 b) In un paese normale la spese per pagare le parcelle vanno impegnate nel momento in cui viene affidato l'incarico e non alla conclusione del processo e quindi quando viene presentata la parcella.
c) Considerato che quanto accaduto è addebitabile a responsabilità ben precise le spese sostenute perchè devono ricadere sulle spalle dei cittadini e non su chi ha sbagliato ? 

Sono certo oramai che  a queste domande elementari mai nessuno risponderà.........intanto è importante che i cittadini si rendano conto qunto danno giorno dopo giorno  continua a produre il centrodestra cegliese.





lunedì 23 febbraio 2015

PATRIMONIO DELL'UNESCO....

Questa mattina  insieme agli altri colleghi consiglieri comunali del centrosinistra abbiamo provveduto a  presentare all' Amministrazione Comunale una richiesta ufficiale affinchè il Comune di Ceglie Messapica si attivi nel sostenere attivamente la candidatura della Piana degli Ulivi Secolari quale Patrimonio Mondiale dell'Unesco.

                                                                                                          Al Sindaco
                                                                                                                      Comune di Ceglie Messapica
Al Presidente del Consiglio Comunale
Comune di Ceglie Messapica
Premesso che:
i Comuni di Fasano, Ostuni e Carovigno, sensibili alla tutela e alla salvaguardia del territorio, intendono proporre la candidatura del paesaggio degli olivi monumentali del Mediterraneo, come Patrimonio mondiale dell’Umanità riconosciuto dall’UNESCO;
l’area dei Comuni di Fasano, Ostuni e Carovigno, dalla scarpata murgiana giunge alla linea di costa, rappresenta un’area caratterizzata dalla presenza di oliveti monumentali, con la più alta concentrazione di ulivi millenari del Mediterraneo, con un’età variabile da 500 ai 3.000 anni;
gli uliveti secolari presentano alcuni esemplari plurimillenari e ognuno di essi, per forma, dimensione e inserimento nel paesaggio rurale, rappresenta un monumento archeologico della natura oltre che un vero reperto archeologico vivente.
Considerato che:
il Comune di Ceglie Messapica, pur non facente parte della Piana degli Ulivi secolari, annovera nel proprio territorio una presenza consistente di olivi secolari di sicuro interesse al pari della piana stessa;
molte istituzioni nazionali hanno espresso  sostegno alla candidatura,  attraverso forme di partenariato, perché  ritengono che, pur non essendo fisicamente nel territorio candidato,  possono avere riflessi positivi,  con ricadute anche sul loro  territorio. Tra tutti, il più importante sembra essere il sostegno espresso  dalle  organizzazioni olivicole e dalle associazioni di produttori olivicoli  dell'Umbria, le quali ritengono che l’unicità assoluta della dichiarazione come patrimonio immateriale UNESCO del paesaggio agrario degli ulivi porterà benefici di immagine incalcolabili a tutto il comparto olivicolo ed oleicolo nazionale.
Ritenuto che :
un successo della candidatura  avanzata dai Comuni di Fasano, Ostuni e Carovigno con il riconoscimento da parte dell’Unesco del paesaggio degli olivi monumentali del Mediterraneo come Patrimonio Mondiale dell’Umanità, porterà benefici per  tutto il comparto olivicolo  nazionale, con un ritorno d’immagine molto forte per tutto il territorio, ivi compreso quello del nostro Comune in cui la produzione olivicola costituisce la più importante fonte di reddito del settore primario;
forte sarebbe, quindi, il ritorno d'immagine anche per il nostro territorio e la nostra realtà produttiva, non solo perché strettamente confinante con la Piana degli ulivi, ma anche per l’importante livello di produzione di olio di qualità e per l’ormai riconosciuto ruolo internazionale della gastronomia cegliese d’eccellenza.
Per quanto sopra premesso e considerato
                                                                     SI CHIEDE
Che il Comune di Ceglie Messapica metta in essere tutte le iniziative e le procedure amministrative più idonee al fine di partecipare al Laboratorio Permanente e sostenere la candidatura della Piana degli Ulivi Secolari attraverso la migliore forma di sostegno che potrà essere concordata con le associazioni e con i Comuni proponenti, a partire dal partenariato.
Ceglie M.ca lì 21/02/2015
                                                  I Consiglieri Comunali  del centrosinistra
                    Rocco Argentiero    Tommaso Argentiero    Donato Gianfreda     Nicola Trinchera




venerdì 20 febbraio 2015

PRIMA O POI....ARRIVERANNO !!!

Ai piani alti di via E. De nicola qualcuno pensa di poter fare il bello e il cattivo tempo!!!

Non più  tardi di stamattina sono stato costretto ad inoltrare una ulteriore richiesta di copie di atti amministrativi che in qualità di Consigliere Comunale ho diritto di ricevere  non perchè lo decido io o qualche  superfunzionario, ma solo perchè lo prevede la Legge.

Per altri documenti sono in attesa dal Gennaio 2014 , a breve chiederò l'intervento di chi ha più potere di me, convinto che tutto ciò potrà servire per chiarire una volta per sempre ruoli e comportamenti dei consiglieri comunali e di qualche "superfunzionario ".


Al Segretario Generale
Comune di Ceglie Messapica

Al Responsabile dell' Area Lavori Pubblici
Comune di Ceglie Messapica

e.p.c Al Sindaco
Comune di Ceglie Messapica

All' Assessore ai LL. PP.
Comune di Ceglie Messapica

Il sottoscritto Rocco Argentiero in qualità di Consigliere Comunale al fine dell' espletamento del proprio mandato elettivo con la presente chiede di conoscere lo stato in cui si trovano i lavori pubblici appaltati dal Comune di Ceglie Messapica per gli anni 2011-2012-2013-2014.

Si chiede di conoscere in particolare per ogni lavoro appaltato:

a) la data di pubblicazione del bando di gara;

b) la data dell'affidamento dei lavori;

c) la data del contratto sottoscritto;

d) la data di scadenza dei lavori;

e) le eventuali proroghe concesse dalla stazione appaltante;

f) la ditta appaltatrice che si è aggiudicato i lavori

g) lo stato in cui si trovano i lavori alla data odierna;

Naturalmente oltre alle date si chiede di conoscere tutti gli atti prodotti per ogni singolo appalto.

Si precisa che quasi la totalità dei dati e documenti richiesti non sono consultabili attraverso l'albo pretorio.

La presente richiesta viene reiterata non avendo avuto a distanza di 40 giorni alcuna documentazione.

Si rammenta che tale comportamento sta limitando il regolare svolgimento delle mie funzioni di consigliere comunale a cui non sono disposto a rinunciare.


Ceglie Messapica lì 19/02/2015

 Il Consigliere Comunale
(Rocco Argentiero)
                                                                                                     

mercoledì 18 febbraio 2015

L'UMIDO ...RITORNA IL VENERDI !!


 In questi minuti,  l'instancabile Tutuccio Tanzarella  attraverso un annuncio fonico sta informando la cittadinanza che è finita la sperimentazione e che da domani, il Venerdi l'UMIDO verrà raccolto regolarmente in tutto paese.

Forse ogni tanto serve alzare la voce, un buon risultato per i cittadini è stato ottenuto


Nella giornata di oggi ho provveduto a fare formale richiesta di ripristino della raccolta dell'Umido nella giornata del Venerdi cosi come accadeva sino allo scorso anno nel rispetto del capitolato d'appalto

Al Responsabile dell' Area Lavori Pubblici

Comune di Ceglie Messapica



Premesso che:


durante la seduta del Consiglio Comunale del 9 Febbraio scorso, l'Assessore all' Ambiente, in risposta ad una interrogazione scritta del Consigliere Comunale Piccoli, circa la sperimentazione della Raccolta Porta a Porta del Vetro ebbe a dichiarare che la sperimentazione era terminata la prima settimana di Gennaio 2015;



la presa del Vetro è stata effettuata esclusivamente a discapito di una presa di Umido per la giornata di Venerdì;



Verificato che:

quanto affermato in Consiglio Comunale dall' Assessore non corrisponde alla realtà e che quindi sino a Venerdi 13 Febbraio 2015 l'Umido in quel giorno settimanale non è stato raccolto.



Considerato che: 

molti cittadini continuano a lamentare i notevoli disagi che sono costretti a sopportare a causa della eliminazione della presa dell' Umido nella giornata del Venerdi;



Considerato altresì:



che il Capitolato d'appalto ed il Contratto sottoscritto, tra il Comune di Ceglie M.ca e la Ditta appaltatrice, prevede 5 giorni di raccolta dell' Umido ;



che non risulta allo scrivente che vi sia stata alcuna modifica al Capitolato e al Contratto con la conseguente ridefinizione dei costi;



che il mancato servizio di una parte dell'appalto se è a conoscenza del responsabile dell'area e se non viene puntualmente rilevato e sanzionato, comporta danni pregiudizievoli per l'ente e per i cittadini utenti.



Invita la S. V. a provvedere immediatamente a far ripristinare la 5 presa dell'Umido nel RISPETTO del Capitolato d' Appalto dandone tempestivo avviso alla cittadinanza con i mezzi più idonei evitando ulteriori disservizi.



Ceglie Messapica lì 18/02/2015 
                                                                                                  Il Consigliere Comunale

                                                                                                        (Rocco Argentiero)

lunedì 16 febbraio 2015

POI FANNO LE VITTIME...E GRIDANO AL LUPO!!!




Circolo “Rocco Spina “ Gruppo Consiliare
CEGLIE MESSAPICA


Al Sig. Responsabile dell' Area Lavori Pubblici
Comune di Ceglie Messapica

Al Sig. Responsabile dell' Area Pianificazione del Territorio
Comune di Ceglie Messapica
e. p.c.
Al Sig. Sindaco
Comune di Ceglie Messapica

Al Sig. Presidente del Consiglio Comunale
Comune di Ceglie Messapica

Al Sig. Segretario Comunale
Comune di Ceglie Messapica

Al Sig. Prefetto
Brindisi

Il Sottoscritto Rocco Argentiero Consigliere Comunale del Partito Democratico, per finalità inerenti l'espletamento del proprio mandato elettivo .

Premesso che nel 2011 il Comune di Ceglie Messapica ha provveduto a modificare un area di pertinenza della Casa Comunale sita in via E. De Nicola allocata al piano terra della stessa, il cui progetto originario era individuata come porticato e spazio non chiuso e quindi si presume non volumetrico.

Considerato che quell'area all'epoca fu oggetto di sostanziale modifica urbanistica, in quanto trasformata in uffici attraverso la realizzazione di vere e proprie opere edilizie.

Si Chiede una dettagliata relazione da parte degli uffici competenti e in particolare se sono state rispettate tutte le procedure previste dalle normative in materia, se sono stati acquisiti tutti i pareri necessari se è vero come è vero che sono stati variati gli standards urbanistici iniziali del progetto e che l'area in questione è sottoposta a vincoli specifici.

Si Chiede altresì copia di tutta la documentazione inerente le modifiche e i lavori eseguiti, comprese le fatture per gli acquisti e e per i lavori.

La presente richiesta viene reiterata non avendo ricevuto alcuna esauriente risposta ad analoga nota del 27/06/2014 nonché alla nota del 2/01/2015

Ceglie Messapica lì 17/02/2015
                                                                                                            Il Consigliere Comunale del PD
                                                                                                                        Rocco Argentiero 


Otto mesi e ancora non riescono a darmi una risposta, secondo voi perchè???